Paolo Romani, Facebook, abusi di potere, servi di Berlusconi, corrotti e corruttori




CH - 6900 Lugano, via G. Ferri, 24 - Switzerland

Experts of the Automatic Translation
Experts of the Business Computer Software
Experts of Bureau Automation
The Greatest Software Repertoire
01100110110110111010001001011100
01100110110110111010001001011100
01100110110110111010001001011100
01100110110110111010001001011100

Elenco in ordine alfabetico

Software professionale Shareware

Un affare grande... come una casa!

Salva questa pagina

Il tuo sito si vede? Riparazioni computer Lugano Sky in Svizzera

Invia questa pagina

Destati!

Italia, destati!

Povera Italia addormentata!

NO!
Non ci
meritiamo

 

 
un premier così!
Svegliamoci!

Silvio Berlusconi, l'Italia
che conta non ti vuole!

Mara Carfagna
Ma per favore!
NO!

 

 

 

Non ti vogliamo come ministro!
per le Pari Opportunità

Mara Carfagna

La lotta ai fannulloni

 

 

 

NO!

Renato Brunetta

Un bel lacchè

Che squadra!

 

 

 

 

NO!

Maria Stella Gelmini

Che squadra!

 


Non servono parole

NO!

Roberto Calderoli

Troppo amica di Dell'Utri

 

 

 

NO!

Stefania Prestigiacomo

Che squadra!

 

 

NO!

Ignazio La Russa

Che squadra!

 

 

NO!

Angelino Alfano

Che squadra!

 

 

 

NO!

Carlo Giovanardi

Umberto Bossi

Un altro che dalla vita ha imparato poco!

 

...e quindi diciamo:
NO!

Bossi, Nemmeno il Nord ti vuole più

Errore giudiziario fu!

 

 

 

 

 

Marcello Dell'Utri, Iddu!

Che squadra!

 

 

Gabriella, giù le mani
da Internet, che non ne
capisci niente!


 

NO!
Fai qualcosa che sai fare con maggior maestria

Gabriella Carlucci

Che squadra!

 

 

NO!

Daniela Santanchè

 

Che squadra!

 

 

NO!

 

Paolo Romani

FaceBook traditore
Una bomba sui cittadini della rete
di Alessandro Gilioli

Ed ecco l'Italia che supera la Cina

Il patto tra Facebook e il Viminale è un attentato ai diritti dei cittadini digitali. E la prova che gli utenti non possono essere spettatori passivi in un rapporto diretto tra le corporation di Internet e i governi locali
(28 ottobre 2010) Nel nostro Paese abbiamo assistito negli ultimi anni a un'escalation di norme e di proposte di legge per rendere l'accesso a Internet sempre più difficile, controllato, burocratizzato.

Proprio in questi giorni, ad esempio, l'Agcom sta valutando come rendere operativa l'odiosa normativa sui video on line scritta da Paolo Romani, con probabile pesante tassazione per chiunque abbia un sito su cui voglia caricare del materiale che «faccia concorrenza alla tv».

Contemporaneamente sui giornali della destra si è scatenata la consueta 'caccia all'internauta' che avviene dopo ogni gesto di violenza politica, in questo caso l'aggressione romana a Daniele Capezzone: nel dicembre scorso era stato il gesto di Massimo Tartaglia a Milano a far delirare i vari Schifani e Carlucci in proposito, ottenendo l'effetto immediato di far prorogare per un altro anno le norme medievali e tutte italiane sul Wi-Fi (a proposito: l'altro giorno Maroni ha promesso di "superare" il decreto Pisanu, e tuttavia il rischio è che si vada verso la sostituzione dell'identificazione cartacea con quella via sms, insomma anni luce lontani dalla navigazione libera).

Ma quello che denuncia Giorgio Florian nel suo articolo è molto più grave, forse il più pesante attentato mai realizzato in Italia contro i diritti dei "netizen", i cittadini della Rete.

Il patto con cui la Polizia Postale italiana si è fatta concedere da Facebook il diritto di entrare arbitrariamente nei profili degli oltre 15 milioni italiani iscritti a Facebook, senza un mandato della magistratura e senza avvertire l'internauta che si sta spiando in casa sua, è di fatto un controllo digitale di tipo cinese che viola i più elementari diritti dei cittadini che dialogano utilizzando il social network: insomma, stiamo parlando di una vera e propria perquisizione, espletata con la violenza digitale del più forte.

Aspettiamo quindi urgenti chiarimenti dalla Polizia Postale e dal ministero degli Interni, da cui dipende. E non basta certamente una smentita rituale, perché le notizie pubblicate nell'articolo di Florian provengono da fonti certe e affidabili.

Da un punto di vista politico, inoltre, la cosa è davvero grottesca: mentre la maggioranza di governo si impegna da mesi per rendere più difficili le intercettazioni telefoniche richieste dai magistrati, contemporaneamente il ministero degli Interni si arroga il diritto di intercettare i nostri contenuti e i nostri dialoghi su Facebook senza alcun mandato della magistratura. Viene il sospetto che questa differenza di trattamento sia dovuta al fatto che i politici, i potenti e i mafiosi non comunicano tra loro sui social network, e quindi il loro diritto alla privacy venga considerato molto più intoccabile rispetto a quello dei normali cittadini che invece abitano la Rete.

Allo stesso modo, aspettiamo chiarimenti urgenti sul secondo socio del 'patto cinese' firmato a Palo Alto: Facebook, che da un po' di tempo ha aperto uffici in Italia con tanto di responsabili e dirigenti.

Per prima cosa, Facebook ha l'obbligo di rendere pubblico l'accordo firmato con il nostro Ministero degli Interni, perché riguarda tutti noi, cittadini italiani e al contempo cittadini di Facebook. A cui quindi i vertici del social network devono non solo immediate scuse, ma garanzie precise che questo patto diventi al più presto carta straccia e che i diritti degli utenti vengano concretamente ripristinati e garantiti.

Il social network fondato da Zuckerberg, si sa, è uno straordinario strumento di socializzazione, di promozione di cause sociali e potenzialmente di crescita e confronto di tutta una società. Ma si va manifestando ultimamente anche come una dittatura in cui le pagine e i gruppi vengono bannati in modo in modo arbitrario e insindacabile: e adesso come un informatore di polizia di cui non ci si può più in alcun modo fidare.

Più in generale, quanto accaduto dimostra che i mondi virtuali di cui oggi siamo cittadini (inclusi YouTube, Google, Second Life etc) devono iniziare a rispondere in modo trasparente ai loro utenti. E gli accordi privati con i governi sono esattamente all'opposto di questa trasparenza

Lasciaci un tuo commento | Pubblica su FaceBook


Potrebbe interessarti anche...

Sondaggio su Elsa Fornero | I francesi commentano | Sondaggio su Mario Monti | Un video da vedere e commentare | Il Super Mario | La Grecia sta morendo | Corrado Passera e il conflitto d'interessi | Il Debito Pubblico in tempo reale | E' Natale: politica e proiettili | I padroni del mondo | Corrado Passera: ragioni esterne - Sondaggio su Mario Monti | Nigel Farace al Parlamento Europeo | Mario Monti e Mario Draghi | Perchè la crisi | La donna più felice del mondo | Perchè la crisi economica? | Italia derisa e umiliata | I disordini di Roma | Come ci vedono da fuori | Bossi invoca la secessione | I buzzurri soffrono il caldo | Il Buzzurro One | Effetto Domino? | L'Abc del rischio Italia - I topi nel formaggio - Il precario della casta | La manovra "Salva Fininvest" | Berlusconi e il ponte sullo stretto | Berlusconi e il suo male | Onorevole - Disonorevole | Il colmo dell'improntitudine | Le vere puttane | La Tommasi al Premier via sms: "Ti amo" | Il Caimano censurato | AnnoZero: Santoro-Masi | Berlusconi a l'Infedele | Berlusconi bugiardo e spergiuro | Caso Ruby: 384 pagine di intercettazioni | Prostituzione minorile 2° parte | Prostituzione minorile | Università: la grande fuga | Un presidente malato | Un modello negativo | Tutto sul caso Ruby | Italia supera la Cina e FaceBook l'aiuta |Mr Monnezza | Sondaggio su Berlusconi | L'Onnipotente | Lo stupratore della Democrazia | Legge bavaglio | Nostalgia Balilla | L'Innominato | Destati Italia! | Impar Condicio | La Democrazia in Italia | Dell'Utri è innocente | L'Innominabile di Marco Travaglio | Figli della stessa lupa | Perchè no le intercettazioni | Costituzione in pericolo | Appena arrivato è già impedito | Spudorate menzogne | La lega e i suoi Buzzurri | Il Lodo Alfano | Il cavaliere e la Legge | Non tutto si può avere | Berlusconi a Rosi Bindi | Grazie Papi! Buffone e libertino | L'America ride | La storia Mondadori | Renato Brunetta in delirio | Io sono un farabutto | Hanno espropriato la Costituzione | Berlusconi e il suo Ponte | Il caso De Magistris


Pubblicità utile

A cosa serve un traduttore professionale?


Tutti i giornali italiani

Tutti i giornali stranieri

Meteo

Un gioiello tecnologico

Servizi utili gratuiti

Sport & Attualità

Svago

  Scienza e curiosità

Elenchi telefonici gratuiti
Il problema della droga: che fare
Motori di ricerca: istruzioni per l'uso
Previsioni Meteo in tempo reale

Utilità online: calcolo del codice fiscale
Tutti i controlli radar in Europa New
Come trovare ciò che cerchi
Annunci gratuiti: cerca e trova
Habemus Papam, Francesco I
Il Caimano raduna i suoi accoliti
I padroni del mondo
Un mistero dentro il mistero
Berlusconi congiuntivite e la Bocassino
NON DIMENTICHIAMOLI!   
Papa, Vatileaks e Conclave top secret
Uno strano senso della giustizia
Attualità: Berlusconi and Company
Sport: Ultime notizie sportive

Musica MP3 e videos Giorgio Gaber
Foto curiose e umorismo

Barzellette e umorismo
Il rumore misterioso
Test di psicologia per la donna
Test di psicologia per l'uomo
Numerologia e parapsicologia
Curiosità e umorismo
Grandi campioni del calcio

 

Albert Einstein: teoria della relatività
Max Planck: l'indeterminazione
Elettromagnetismo: Cos'è la luce
Medicina e salute: pressione Arteriosa
Sismologia: monitoraggio continuo
Il cervello umano: questo mistero
Perchè il vetro è trasparente?
Perchè il cielo è blu?
Area 51: ma che sarà mai?Un ottimo traduttore multilingue

  © Pubblinet Switzerland partner of New Dimension Software 1994 - 2013 - All Rights Reserved | S1 - S2

Invia questa pagina ad un amico